Discovery Trek(foto e resoconto)

Ringraziamo chi ha reso possibile il DISCOVERY TREK 2018
In primis gli sponsor, con il loro contributo e con la loro donazione pro evento.
1)SCUPPOZ LIQUORI(CAMPLI TERAMO)
2)PENNENTE OUTDOOR (FERMO)
3)AZIENDA AGRICOLA BARELLI MONICA (LAPEDONA)
4)UNISERVICE SRL (Ancona)
5)FLORA E FAUNA SOC COOP (ANCONA)
6)WOKAWAY (ANCONA)
7)BAR FELU’ (JESI)
8)CHALET NR 7 (VALLE CASTELLANA)
9)PANIFICIO DI PIETRO E FIGLI (ROCCA SANTA MARIA)
10)FRESCA FOOD&DELIVERY(SAN BENEDETTO DEL TRONTO)
11)BAR MEDITERRANO DI EGIDI PIETRO(ASCOLI PICENO)
12)TUTTO NATURA(JESI)
13)CENTRO EDILI DE GREGORIS(SONNINO)
14)EXTRATEGY SRL(MONSANO)

Grazie anche tutti i partecipanti che si sono iscritti e anche quelli che, all’ultimo, si sono impauriti per il maltempo. Pioggia che c’è stata indubbiamente ma che non solo ha fatto emergere il vero significato del nostro “borneo”, ma che ha reso il tutto più emozionante e poetico mentre la nebbia saliva dalla valle e il nostro sudore si mischiava alla pioggia .Grazie a Tutto lo staff(Diego, michele barbaresi,michele Focanti, michele Piglipoco, Loris, Enzo, Adele e Anna)che sotto pioggia hanno scaldato il nostro borgo, pronto ad accogliere il gruppo dopo 16 km di fangoso e infido percorso e quasi 1000 d+.Anche i numerosi soci, Toni Galdi e Domenico Marinelli che ci hanno aiutato i giorni precedenti. Un doveroso grazie anche al ristorante Lubrri di Valle Castellana sempre disponibile ad accoglierci a qualsiasi ora. Una lode in particolare va alle super donne:
martina, silvia, ida, mariella, donatella, claudia, maria adele, anna, francesca, vanessa. Glutei d’acciaio, mente forte e simpatia come se piovesse…e di pioggia ne ha fatta tanta. siete toste!

L’associazione per questa stagione chiude i battenti con gli eventi pubblici. Speriamo di avere sempre la stessa determinazione anche nel 2019

Tutte le foto nell’album di Mirco foracappa https://www.facebook.com/mirco.foracappa/media_set?set=a.1842895722485204&type=3 

<<Fast trek nel Borneo Teramano, terra di nessuno, regno del nulla. Senza farmi sentire ho pregato fino alla partenza che piovesse, che il fondo fosse insidioso, che ci fosse meteo avverso con quella nebbia che sale dalle valli perchè questo posto è ancor più affascinate così. Da Olmeto prendiamo l’ominimo fossato e una volta attraversato il Fosso Valle dell’Acero risaliamo la dorsale che sovrasta i celati Casali Di Giosia. Di nuovo giù stavolta nel Fosso di Corvino. Viscida risalita al valico tra Colle Pizzo e Pellino. Via di corsa verso Leofara per gustare vin brulé e prodotti tipici alla famigerata sagra della castagna. Si riparte alla volta di Laturo percorrendo il bel sentiero 452 ed approdiamo al borgo toccando la Fonte del Cucù ed intrufolandoci nel cunicolo arenarico che segna l’ingresso all’Ultima Frontiera. Ennesimo ristoro davanti ad un bel camino acceso e si riparte di corsa alla volta di Olmeto passando dal sentiero per Valzo. Terzo tempo da Peppe Lu Brri a base di culatello e prosciutto nostrani, zuppa ceci e castagne, coratella al sugo, frittura di olive all’ascolana zucchine e cremini>>

Federico e Gli Amici di Laturo

 

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.