Biodiversità a Laturo

aglais io – Vanessa io a Laturo

11 Marzo 2018. I cornioli e i salici stanno finalmente fiorendo per la salvezza dei pronubiAnche il Lamium, la Veronica e la Pulmonaria colorano tenuamente i prati; le primule, gli anemoni e la tussilagine, invece, sono già in fiore nel sottobosco. Laturo è pieno di diverse tipi di farfalle, bombi, andrena. E’ stato proprio questo il motivo che mi ha spinto a portarvi anche l’Apis mellifera ligustica, l’ape autoctona italiana; Anche perchè, secondo il racconto di Gino Monti che nel borgo di Laturo ci abitò, alcuni abitanti accudivano diversi alveari di Ligustica nel lato sud-est del Borgo, – un tempo, comunque, molto più prativo, e meno boscato di oggi. Le api dimostrano di superare da sole e senza sostegno i rigidi e lunghi inverni (5 mesi di clausura e temperature anche fino a -15gradi) riuscendo a conservare moltissime scorte di miele raccolto a settembre.

Martina De Gregoris

Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.